Dall’alpe Forno all’alpe della Valle: il Grande Est di Devero (ottobre 2014)

Laghi della Satta

25 ottobre 2014

Guarda i video in coda all’articolo

 

La traversata del cosiddetto “Grande Est” di Devero è una delle camminate più affascinanti di tutta l’Ossola e si sviluppa dall’alpe Sangiatto all’alpe Forno tra grandi praterie e laghetti alpini, con panorami indimenticabili sulle vette dalla Punta Fizzi alla Punta d’Arbola e sul sottostante splendido lago di Codelago. Questa traversata si può effettuare integralmente, oppure anche solo nelle due tratte tra l’alpe Forno e l’alpe della Valle o tra l’alpe della Valle e l’alpe Sangiatto.

 

Piantina Grande Est

Oggi ho scelto di percorrere sulla prima neve della stagione il tratto tra l’alpe Forno e l’alpe della Valle, che per me rappresenta la parte più bella di questa traversata. Sono così salito in auto all’alpe Devero, da dove mi sono incamminato per questa nuova avventura in montagna. Fin verso l’alpe Devero il cielo era coperto da nebbia alta, che avvolgeva le cime, mentre in Devero ho ritrovato il sole e un cielo quasi del tutto sereno. La neve, caduta abbondante l’altro giorno, praticamente era già sparita nella piana, mentre sulle cime attorno era ridotta solo ad una spruzzata. Durante la camminata comunque l’ho sempre avuta a chiazze, un buon 15 centimetri in quota.

 

Lago di Codelago

 

Dalla piana di Devero sono risalito rapidamente a Crampiolo e al lago di Codelago, che ho costeggiato fin verso il fondo, da dove ho cominciato a risalire appunto verso l’alpe Forno. Purtroppo gli splendidi colori autunnali dei larici sono molto ridotti, perché la bufera di vento dell’altro giorno li ha completamente “pelati”.

 

 

Alpe Forno

 

 

Sotto l’ultimo strappo verso l’alpe Forno mi sono fermato per mangiare un panino prima di raggiungere l’alpeggio, immerso in una splendida solitudine e un gran silenzio.

 

 

 

Laghi della Satta

Poco dopo ho proseguito la camminata addentrandomi nell’immenso altopiano dell’alpe della Satta, uno dei luoghi più belli per me, ricoperto dalle chiazze di neve, con i piccoli laghi già completamente ghiacciati, tranne il lago principale. Qui sosta d’obbligo per ammirare questo paesaggio stupendo ed ascoltare a lungo quello splendido silenzio. Purtroppo il tempo si stava guastando ed il cielo velocemente si è coperto.

 

Alpe della Satta

 

 

Dall’alpe della Satta sono quindi disceso all’alpe della Valle e da qui nuovamente al lago di Codelago, da dove sono rientrato a Crampiolo e all’alpe Devero.

 

 

Informazioni utili

Reti cellulari: Vodafone, TIM

Punti di appoggio: Rifugio Castiglioni, Albergo Alpino, Albergo La Lanca, Locanda Fattorini in alpe Devero, Locanda Fizzi, Agriturismo Crampiolo, Locanda La Baita a Crampiolo

Soccorso alpino Baceno; soccorso alpino Guardia di Finanza (SAGF) di Domodossola: tel. 112

 

Guarda i video:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.