Disgelo in Val d’Ossola

Val Loana

Guarda i video in fondo all’articolo

 

Dopo i lunghi inverni nevosi, in montagna, ed anche in Ossola, il successivo periodo del disgelo assume un fascino del tutto particolare. In città non ce ne rendiamo conto, ma quassù l’uscita dalla stagione invernale mantiene ancora i suoi tempi, lenti e tranquilli come una volta.

 

Camosci in val Loana

La neve stenta a sciogliersi sotto il primo tepore del sole, indugia ancora a lungo nei prati e nei pascoli e solo lentamente cede il passo al primo verde e ai primi fiori. E’ un periodo dell’anno che ogni volta mi stupisce; nei prati la neve pian piano si riduce a chiazze sempre più piccole, e dove l’erba torna a farsi vedere ecco i crocus, le primule e le viole, mentre l’aria si impregna di quei caratteristici profumi di erba umida e fresca.

 

Genziane

Più si sale di quota e più è evidente il contrasto tra l’inverno che indugia e la primavera che arriva. I pascoli e gli alpeggi di media quota ancora sono ricoperti da vaste chiazze di neve, ma già sono circondati dai boschi di faggio con il primo verde brillante delle foglie.

 

 

 

Neve di primavera

 

E spesso, poi, come accaduto anche quest’anno, le ultime nevicate primaverili stendono un nuovo, leggero velo bianco sui primi fiori e sul primo verde della stagione, creando un paesaggio di fiaba. E se ti va bene riesci ancora a praticare sci di fondo in maniche corte sulla pista di Riale ai primi di maggio.

 

 

Guarda i video:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.