Prima neve all’alpe Bettelmatt in alta val Formazza (ottobre 2013)

Alpe Bettelmatt

18 ottobre 2013

Guarda i video in coda all’articolo

 

 

Piantina Bettelmat

Oggi per me è stata una nuova splendida giornata trascorsa ancora in montagna, con un’altra bella camminata in alta val Formazza, dove ho potuto pestare la prima neve della stagione. Con l’auto ho potuto arrivare fino al termine dello sterrato in fondo al lago di Morasco (dopo la chiusura estiva questo tratto di strada è tornato transitabile).

 

 

Lago di Morasco

Il paesaggio era splendido: neve a chiazze più fitte nella conca di Morasco, ma poco sopra, tutt’attorno, cime stracolme di neve come in pieno inverno. Nonostante questo anche oggi faceva ancora caldo, ho camminato tutto il giorno a maniche corte. Mi sono così avviato lungo lo sterrato che sale all’alpe Bettelmatt, con la speranza di riuscire ad arrivare al passo del Gries e al ghiacciaio. Ben presto però ho capito che non ce l’avrei fatta, perché poco più in quota la neve era davvero tanta. Ho dovuto anche superare alcune slavine, cadute dopo la nevicata della scorsa settimana, e ciò mi ha richiesto tempo e concentrazione.

 

 

Alpe Bettelmatt

Solo dopo più di un’ora dalla partenza ho così potuto entrare nella splendida piana dell’alpe Bettelmatt, completamente bianca di neve che luccicava al sole. Ho così deciso di fermarmi qui, trovando una piccola zolla erbosa nella neve, mangiando al sacco e crogiolandomi al sole. Qui a Bettelmatt mi sono fermato a lungo, gustandomi quel paesaggio incantevole, immerso in un gran silenzio e solitudine. Splendido! Solo a metà pomeriggio mi sono rimesso lo zaino in spalla ed ho cominciato il rientro verso il lago di Morasco, scendendo stavolta non più dallo sterrato, per evitare le slavine, ma dal sentiero sulla destra della vallata.

 

Informazioni utili

Reti cellulari: Vodafone, Tim;

Punti di appoggio: Rifugio Bim See alla partenza (sempre aperto)

Soccorso alpino Formazza; soccorso alpino Guardia di Finanza (SAGF) di Domodossola: tel. 112

 

Guarda i video:

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.